Agevolazioni Fiscali Pannelli Fotovoltaici

Agevolazioni Fiscali Pannelli Fotovoltaici

Se stai pensando di installare dei pannelli fotovoltaici sul tetto della tua casa o del condominio in cui vivi, allora è opportuno che tu conosca quali sono i reali vantaggi che tale installazione può produrre, sia in termini fiscali che in termini di risparmio energetico.

 

La scelta dei pannelli fotovoltaici dipende sicuramente dalle esigenze di chi li acquista, dalle misure, che devono essere adeguate allo spazio dedicato all’installazione, e dall’efficienza che ci si aspetta dagli stessi.

Non bisogna però dimenticare che, tanto il costo di acquisto, quanto quello di installazione, possono essere ammortizzati grazie alle agevolazioni fiscali, che per questo genere di impianti permettono di avere un risarcimento, dilazionato nel tempo, pari alla metà della spesa sostenuta inizialmente.

Dunque si può dire che l’impianto fotovoltaico rappresenta un vero e proprio investimento poiché permette, da un lato, di risparmiare sui costi della bolletta elettrica e, dall’altro, di essere in parte risarciti della spesa iniziale.

 

Se la produzione autonoma di energia elettrica e il risparmio economico sul lungo periodo possono sembrare scontati, essendo queste le principali motivazioni che spingono gli acquirenti a fare una scelta orientata in tal senso; meno ovvio, invece, appare il fatto che esistano delle agevolazioni fiscali pensate ad hoc per l’acquisto e il montaggio dell’impianto del fotovoltaico!

Nonostante questi impianti siano sistemi di risparmio energetico, stranamente la detrazione prevista dalla legge rientra nelle agevolazioni per ristrutturazione e recupero edilizio (pari dunque al 50%), e non in quelle pensate per i sistemi di efficientamento e risparmio energetico (pari invece al 65%).

 

Per quanto possa apparire un’ingiustizia e uno svantaggio, non dobbiamo trascurare il fatto che la detrazione IRPEF per le installazioni degli impianti fotovoltaici pari al 50% è in vigore solo da pochi anni e resterà tale almeno fino alla fine del 2017, perché prorogata nell’ultima legge di stabilità. In passato le detrazioni ammontavano al 36%, e non è detto che non possano ritornare a queste percentuali in futuro.

Un’altra cosa importante, da tenere in considerazione, è il fatto che per gli impianti di riduzione dei costi energetici (come gli impianti fotovoltaici, appunto), l’IVA è al 10% anziché al 22%, ciò naturalmente rappresenta un risparmio ulteriore.

 

Ci sono comunque alcuni requisiti da rispettare affinché la richiesta delle agevolazioni fiscali vada a buon fine.

In primo luogo per poter usufruire della detrazione IRPEF, l’impianto fotovoltaico deve essere in grado di soddisfare appieno i bisogni energetici dell’abitazione su cui viene installato, ovvero riuscire ad alimentare gli apparecchi elettrici ed elettronici presenti nella casa. Ciò avviene non in maniera diretta ed immediata, ma grazie ad una batteria che rilascia gradualmente l’energia accumulata nel corso del tempo. Naturalmente ci sono momenti della giornata o stagioni dell’anno in cui l’accumulo di energia è minore o maggiore, in base alle condizioni meteorologiche più o meno favorevoli.

In secondo luogo bisogna sapere che per richiedere l’agevolazione fiscale c’è la necessità di avere una certificazione, rilasciata da un tecnico o dal direttore dei lavori, circa la conformità dei requisiti tecnici dell’impianto. Talvolta una semplice omissione o dimenticanza possono inficiare l’intera pratica, quindi è meglio stare attenti.
Infine possiamo aggiungere un ultimo vantaggio: installare pannelli fotovoltaici vuol dire migliorare il sistema energetico della propria abitazione, ridurre gli sprechi e l’impatto ambientale, con un conseguente aumento del valore e della classe di efficienza energetica della casa.

Conto Termico 2.0

Il decreto ministeriale del 28 dicembre 2012, cosiddetto Conto Termico, definisce un regime di sostegno per interventi di piccole dimensioni per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e per l’incremento dell’efficienza energetica.

Il Gestore dei Servizi Energetici – GSE s.p.a. è il soggetto responsabile della gestione dei meccanismi di incentivazione.

Per saperne di più scarica la brochure qui,oppure clicca su scopri di più.