Quanto è importante scegliere gli infissi giusti

La scelta degli infissi è un passo molto importante da compiere, sia se hai deciso di ristrutturare la tua casa, sia se stai progettando di costruirne una nuova.

Gli infissi, se scelti bene e correttamente posizionati, sono in grado di garantire luce, comodità, adattamento agli spazi; sono la soluzione ottimale per l’isolamento termico e acustico; possono inoltre rispecchiare stili diversi e, pertanto, costituire un vero e proprio elemento d’arredo, sia interno che esterno.

Oggigiorno i produttori e rivenditori di infissi sono tenuti a rilasciare delle certificazioni nelle quali è garantito il rispetto dei limiti di trasmittanza termica (secondo i parametri europei), nelle quali sono specificate le caratteristiche di ogni singolo infisso.

Infatti ciascun prodotto è accompagnato da una scheda tecnica che, oltre a esplicitarne le caratteristiche, ne garantisce la conformità rispetto alla normativa europea vigente dal febbraio 2010.

Rispetto al passato, in cui era normale avere finestre che facessero spifferi ovunque, le caratteristiche degli infissi moderni sono migliorate tantissimo, soprattutto da quando si è compreso quanto sia importante isolare l’ambiente domestico dall’esterno per raggiungere un considerevole risparmio energetico e, allo stesso tempo, avere maggiore funzionalità, sia dal punto di vista della praticità che della luminosità interna.

Dunque, sostituire gli infissi di un fabbricato (casa o luogo pubblico che sia) equivale ad effettuare una riqualificazione energetica e, pertanto, la legge prevede detrazioni fiscali che raggiungono il 65% della spesa sostenuta.

All’acquirente, comunque, conviene essere ben informato sui tipi di materiale in commercio e sulle diverse soluzioni tra cui scegliere, sia per il fatto che alcuni infissi sono migliori di altri dal punto di vista qualitativo e dell’isolamento termico, sia tenendo in considerazione le proprie esigenze (estetiche, di spazio, di funzionalità ecc.).

In base alle necessità dell’acquirente si possono valutare differenti tipi di serramenti:

  • con aperture scorrevoli, battenti, a ribalta;
  • vetrate fisse o semiapribili;
  • balconi o finestre;
  • una, due, tre o più ante;
  • con vetri assorbenti, riflettenti, basso – emissivi, doppio vetro ecc.;
  • persiane (con lamelle orientabili o fisse);
  • tapparelle avvolgibili (con motorino elettrico o manuali);
  • zanzariere (scorrevoli, avvolgibili, plissettate, magnetiche);
  • finestre e portoni blindati o non blindati, a seconda di dove devono essere collocati;
  • grate di sicurezza fisse o apribili.

Come puoi notare il mondo degli infissi offre mille soluzioni e orientarsi senza una corretta informazione non è affatto semplice. Il punto di partenza è senza dubbio la scelta dei materiali.

Quelli maggiormente utilizzati sono: legno, alluminio e pvc.

Alcuni infissi sono realizzati anche con la combinazione di tali materiali e spesso risultano più efficaci e funzionali rispetto agli altri, perché accorpano il meglio delle singole caratteristiche e le assemblano in un prodotto efficiente in ogni contesto climatico. Analizziamoli nello specifico.

  1. Il legno è più costoso rispetto agli altri due ed è un ottimo isolante. Nonostante subisca diversi trattamenti, il legno si usura soprattutto a contatto con gli agenti esterni e, pertanto, deve essere soggetto a manutenzione periodica.
    Esistono però infissi costruiti in legno e alluminio o in legno e pvc, in cui il lato interno è fatto di legno e quello esterno in alluminio o in pvc. In questo modo si riesce a ridurre il livello di usura.
  2. L’alluminio, al contrario, è un buon conduttore termico.
    Rispetto al legno costa meno ed è più leggero e resistente. L’infisso in alluminio non richiede manutenzione ed è anche molto pratico da pulire.
    In zone troppo calde non è indicato questo serramento poiché il calore potrebbe dilatare il metallo. Lo stesso vale per i luoghi eccessivamente freddi, perché nel telaio si potrebbe creare facilmente un po’ di condensa.
  3. L’infisso in PVC è quello meno costoso ma, ciononostante, è prestante e resistente e non ha bisogno di manutenzione. È facile da pulire e si può avere in diverse colorazioni. L’infisso in PVC è comunque piuttosto isolante sia in casi di temperature troppo fredde che troppo calde, ed è il meno incline alla condensa. Rappresenta insomma un eccellente compromesso tra qualità e prezzo.

In definitiva possiamo dire che il mercato è sicuramente ricco di alternative ed opportunità, molto dipende dal budget disponibile e dalle preferenza di chi acquista.

58 Condivisioni

Per pubblicare un commento, devi accedere